Tutti al cinema!!!

Immagine

Tutti al cinema!!!

I miei ometti!

Annunci

La mia esperienza IUL

 
Insegno nella scuola primaria da appena diciottenne,sono tanti anni, ne ho 40!Ho iniziato a studiare all’università di Palermo (sono siciliana,anche se vivo da 13 anni vicino Roma) e contemporaneamente iniziavo a lavorare presso un istituto religioso della mia città, cominciando ad insegnare in una seconda elementare. Facevo la maestra!Volevo farlo da sempre…Insegnare deve essere per forza qualcosa che se lo fai, devi proprio volerlo dal profondo,come dire una “passione”;questo perchè di ostacoli ne ho incontrati diversi,forse non li chiamerei ostacoli,ma percorsi obbligati,casi della vita…un incrocio di scelte dovute e volute.Quella di iscrivermi alla IUL è stata proprio una scelta voluta!Ponderata,avevo già chiesto l’anno accademico scorso…ma l’unica perplessità era stata la paura di non poter coinciliare tutti gli impegni: figli,lavoro,casa…anche marito.Alla fine è stato proprio mio marito che nella sua visione lineare,ottimistica e motivante, mi ha convinto che dopo tutto non sarebbe stata una cattiva idea ultimare un corso di studio,pensare un po’ di più a me stessa.Ed eccomi qui con voi a condividere la mia voglia di conoscere, imparare e crescere. Emblematico è stato l’incontro,il giorno del primo esame, con la collega fino a quel punto “virtuale” : ci siamo guardate,”riconosciute”….”Ma tu sei…?” e abbracciate!Come si fa proprio con i vecchi amici. Questo fa capire la relazione che si è instaurata nel nostro GRUPPO.Il senso di appartenenza lo dobbiamo al creatore del gruppo LINF12, il prof.Andreas, che già dai primissimi contatti, si è prodigato a fare in modo che tale esperienza non restasse una trasmissione di sapere unidirezionale, ma che diventasse circolare! I continui feedback, chiamate esercitazioni, la sua giornaliera “presenza”  nonostante i km che ci dividono, con stimolanti sfide, occasioni per…è la vera rivoluzionaria differenza di questo PER-CORSO!!  Adesso non siamo più un elenco di iscritti, ci lega un rapporto di scambi continui,di confron
ti e di esperienze di vita da condividere con gli altri.
Questo è  “Cooperative Learning”: positiva interdipendenza, interazione, responsabilità individuale, uso appropriato delle proprie abilità nella collaborazione.
Il clima collaborativo che è nato è davvero speciale, in questo particolare momento di esami lo è ancora di più, il sostegno e la “vicinanza” di qualcuno che sa in prima persona,come te, cosa provi e come ti senti, ti rafforza!

attività didattica aggiuntiva

Visti gli esiti del questionario di linguistica, per far avvicinare i bambini al dialetto del posto (che non conoscono), ho coinvolto l’esperto di musica, che ha appena iniziato un progetto con le quarte del nostro Istituto, il maestro Carlo Gizzi

L’inizio è stato davvero coinvolgente!Spero di potervi far sentire e vedere il concerto di fine anno, che si terrà a chiusura corso, a giugno.

Report sul questionario di linguistica

report valutazione dialetto Ho riadattato il questionario alle classi (due terze e una quarta della scuola primaria) e dopo una serie infinita di passaggi burocratici: chiedere l’autorizzazione al Dirigente, formulare il modello per l’autorizzazione da dare alle famiglie, ritirare i moduli stessi firmati dai genitori (almeno due settimane), somministrare i questionari (la prima parte in classe, la seconda a casa), ritirarli e finalmente studiarli per ricavarne più dati possibili.

Figuratevi se lo somministravo in tutte le classi! (sono sei)

Ecco cosa ne è venuto fuori, sono molto soddisfatta, solo alla fine posso dire ne è valsa la pena!